PREMESSA

Partendo dall'assunto che quanto segue non sarà, e non vuole neanche essere un trattato esaustivo sull'argomento sia per le capacità di chi scrive, sia per la vastità dell'argomento, mi accingo a scrivere un po' di materiale che spero si riveli utile ed interessante.

In questa sezione del sito si vogliono approfondire alcune tematiche che sono strettamente legate al canto corale.

Approcciandosi al canto corale è bene capire alcune cose fondamentali, sia di teoria sia di tecnica nel canto.

I punti fondamentali che bisogna considerare appartenendo ad un coro sono in buona sostanza due:

  • Si canta insieme ad altre persone
  • Si cantano spesso note diverse, sia di intensità che di durata 

Partendo da questi presupposti il primo punto da comprendere è che occorre saper cantare insieme agli altri sia che si tratti della stessa melodia sia che si tratti di una melodia che va inserita in una armonia più generale, costituita da più voci.


NOTA: A seguire verranno toccati alcuni argomenti che riguardano specificamente argomenti legati al canto corale, per poterli leggere è sufficiente cliccare sul titolo e la sezione relativa si esploderà nella pagina.


CORO POLIFONICO A VOCI MISTE

Il coro del Santuario della Madonna del Monte, è un coro polifonico a voci miste.

Questo significa che all'interno del coro esiste una divisione fra i membri per quanto riguarda il timbro vocale e conseguentemente il gruppo di appartenenza.

I possibili gruppi di voci in un coro polifonico sono 6:

  • SOPRANO
  • MEZZO SOPRANO
  • CONTRALTO o ALTO
  • TENORE
  • BARITONO
  • BASSO

Nel nostro coro i gruppi sono ridotti a 4, come spesso succede nei cori polifonici, le voci rappresentate sono:

  • SOPRANO
  • CONTRALTO o ALTO
  • TENORE
  • BASSO

La disposizione delle voci all'interno del coro segue delle regole che potremmo definire " acustiche" per privilegiare a seconda della disposizione la facilità ad eseguire i brani e il ritorno acustico del brano.

 

 

DISPOSIZIONE DELLE VOCI

DISPOSIZIONE PER GRUPPO DI VOCI

La disposizione dei cantori per voci favorisce il gruppo, si sente meglio la parte cantata soprattutto se è diversa da quella delle altre voci, e aiuta i singoli a "farsi forza" sentendo cantare la medesima voce vicino. Questo aspetto ha pro e contro. E' comunque la più utilizzata.

PRO: aiuta a cantare chi è claudicante nell'intonazione o nel tempo, oppure non conosce bene la parte
CONTRO: tende ad isolare la propria voce, estraneandola dal contesto complessivo 


Nella immagine la Disposizione per gruppi di voci

tl_files/Materialecoro/Media/330px-Choir-sections-it.png


DISPOSIZIONE ALL'INGLESE

In realtà non so come si chiami, i cantori sono disposti prIvilegiando principi acustici per il pubblico, quindi cantano "mischiati".

Se S= Soprani A=Alti T=Tenori B=Bassi la disposizione è qualcosa del tipo:

S A T B S A T B S A T B

Tale disposizione dal punto di vista acustico è molto omogenea ma implica una maggiore capacità dei coristi di mantenere la propria melodia senza " farsi trascinare" da chi canta accanto una voce diversa.


Nella immagine la Disposizione per gruppi di voci

tl_files/Materialecoro/Media/Disposizione Coro Misto.PNG 


  

ESTENSIONE VOCALE E GRUPPI DI VOCI

ESTENSIONE VOCALE

La divisione in gruppi di voci denominate come definito prima, ha uno scopo preciso, cioè quello di far cantare ognuno nella propria tonalità corretta.

Per la natura delle corde vocali, del sesso, e anche della stessa corporatura esistono timbri vocali differenti.

I timbri vocali maschili sono:

  • TENORI
  • BARITONI
  • BASSI

Quelli femminili sono:

  • SOPRANI
  • MEZZO SOPRANI
  • CONTRALTI

Per determinare a quale gruppo si appartiene esistono dei veri e propri strumenti o delle prove, uno di questi strumenti è raggiungibile cliccando su questo commento, in via generale comunque il tono della voce naturale, di quando si parla è quella che da' maggiori indicazioni. 

In ogni caso caso l'estensione tipica di ogni gruppo di voci è di circa due ottave come si può vedere nello schema riportato in basso. 

tl_files/Materialecoro/Media/Estensione voci.png

I SOPRANI

ESTENSIONE VOCALE DEI SOPRANI

L'estensione vocale dei soprani è quella più acuta del coro, alla stessa estensione appartengono anche le voci bianche. La gamma di note che appartiene all'estensione dei soprani è situata dal Do centrale anche espresso in notazione C4 e arriva fino a C6.

La notazione musicale per i soprani è espressa in chiave di violino, il rigo più in alto della partitura è quello dei soprani, per seguire la melodia quindi, occorre leggere sempre la prima riga in alto del gruppo racchiuso fra parentesi quadra.

Per chiarire meglio quale sia l'estensione vocale delle varie voci rapportate con le chiavi musicali usate nella notazione ecco una tavola di confronto.

tl_files/Materialecoro/Media/F_22_4.png

Dopo avere compreso quale è l'estensione delle voci in rapporto alla notazione musicale, vediamo nel dettaglio quale è l'estensione dei soprani e e quali sono le note iniziando aad introdurre anche il concetto di "zona comfort", come dire dove le note vengono cantate naturalmente senza dover compiere alcun atto che implichi un lavoro od uno sforzo.

 

Nell'iimagine sotto si vedrà anche che esistono intervalli in cui la voce passando dalla "zona comfort" al limite di estensione ha una fase di passaggio fra le due zone.

 

Queste tre zone distinte sono in certa misura la sede naturale dei timbri o registri di voce, argomento che verrà aggiunto in coda con un video dedicato.

 

tl_files/Materialecoro/Media/sopranorangepiano-1024x180.jpg 

I CONTRALTI

ESTENSIONE VOCALE DEI CONTRALTI

L'estensione vocale dei contralti è quella meno acuta del coro femminile.

La gamma di note che appartiene all'estensione contralti è situata in notazione scientifica da G3 e arriva fino a G5.

La notazione musicale per i contralti è espressa in chiave di violino, nel secondo rigo partendo dall'alto nella partitura.

La voce cantata dai contralti, di solito è una voce di accompagnamento, cioè arricchisce con la armonia la melodia che normalmente è cantata dai soprani.

Per tale motivo è spesso una voce di un maggiore grado di complessità.

 

tl_files/Materialecoro/Media/altorangepiano-1024x180.jpg